Come comprare la criptovaluta Iota: i passaggi fondamentali
9 Dicembre 2017
Come acquistare Stellar Lumens (XLM)?
1 Febbraio 2018

Cosa sono le ICO? Conviene investire nelle ICO?

In molti ci scrivono chiedendo di partecipare a ICO, networkmarketing di ICO (questo è il periodo dei Ducatus), cosa ne pensiamo di alcune ICO (Initial Coin Offering), ovvero della nuova formula di finanziamento per le startup in coin, considerata come una sorta di crowdfunding per le startup di cryptomonete. Molto simile a quello di una IPO (Initial public offering), quindi alla quotazione in Borsa con però due importanti differenze: la prima è che l’ICO avviene all’inizio della vita della startup e quindi è in grado di portare valore finanziario da subito; e la seconda è che non richiede, essendo non regolamentata, i tempi e i costi finanziari e burocratici tipicamente legati a una IPO.

Sembra che il 90% dei progetti siano truffe o gestite da incompetenti che guadagnano vendendo le loro quote a mercato. Miliardi di dollari sono già stati rubati e la maggior parte delle offerte iniziali sono idee orribili gestite da persone che non hanno esperienza o abilità, magari solo un buon marketing. Bitconnect è un esempio istruttivo. E’ pieno chat room di pump-and-dump, dove migliaia di persone (sembra) comprano nello stesso istante coin a qualunque prezzo per poi liquidare a mercato facendo ritornare il coin a un valore pre-pump e incastrando investitori attratti dall’opportunità di perdere un treno. Se ci sembra molto volatile il Bitcoin, le ICO sono follemente speculative, molti di loro hanno team non testati, e questo non significa che quei team non costruiranno alla fine società di grande successo, ma ciò significa che gli investitori (o, meglio, i donatori) stanno assumendo seri rischi.

Quando si esamina una ICO, si comprende che esistono più livelli di rischi significativi, in primis il “Team”: alcuni sono artisti della truffa, altri sono semplicemente ingenui. I progetti principali stanno raccogliendo troppi soldi prima che raggiungano un minimo obiettivo, il sovra-finanziamento è una cosa molto pericolosa. Ricorda che non stai acquistando azioni di queste società, stai acquistando gettoni o, peggio ancora, gettoni che potrebbero comparire un giorno (un semplice accordo per gettoni futuri). Stai investendo in un white paper, che è un modo elegante per dire “un sacco di idee descritte in un PDF”. C’è poca struttura legale, hai zero diritti con i token.

Se si confronta questa serie di rischi con una startup: generalmente investiamo in startup quando hanno costruito il loro prodotto minimo vitale o un prodotto sul mercato con una trazione iniziale (al contrario dei white paper, che in genere non sono più sofisticati di un’idea scritta in un tovagliolo del bar). In una startup classica abbiamo cinque decenni di normativa legale, qui il mercato non è regolamentato. Ora, non sto dicendo che non comprerò mai gettoni, ma è molto chiaro per me che i token sono più spesso un contributo di Kickstarter (senza che il prodotto venga spedito con due anni di ritardo), una donazione, un regalo a persone incompetenti o una truffa. Ci sono probabilmente il 10 percento di questi progetti che vedranno la luce del giorno e magari avranno una possibilità di successo e magari cambiarmi la vita. Quindi, di quel piccolo numero forse il 10-20% avrà successo. Questo mi porta a credere che il 98% di questi progetti si tradurrà in persone che perdono i loro soldi (“Il parco buoi” si chiama in finanza). Questo significa che se devo perdere i miei soldi preferisco farlo con probabilità a favore, ovvero con progetti già presenti sul mercato e scambiabili in presenza di un minimo di grafico per poterlo analizzare almeno tecnicamente.

Caso diverso fossi a conoscenza di persone serie, un progetto condiviso, rivoluzionario, potrei sfidare la sorte con una corretta allocazione di portafoglio. Nel 2017 abbiamo partecipato solo a 2 ICO (andate oltre ogni pronostico), nel 2018 stiamo studiando e valutando qualche ingresso.

 

Nicola Santoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

☆ PREMIUM ☆